New Albion & Skeldon

Posted: 23rd aprile 2019 by adminspirito in RUM

Salve

Come diceva il buon Enzo Tortora…..”Dove Eravamo Rimasti….”

Purtroppo le nostre condizioni di salute dopo l’incidente di qualche mese fa sono ben lunghe dall’essere risolte ma a questo punto, anche solo x passare il tempo, tanto valeva dedicarci a quello che sappiamo (o crediamo) fare meglio, degustare & raccontare un buon bicchiere di Rum.

E poi eravamo curiosi di vedere se c’era ancora qualcuno che frequentava queste pagine di tanto in tanto.

In questi mesi di silenzio stampa non sono usciti poi molti Rum in grado di calamitare la nostra morbosa curiosità, ma tra questi i 2 Demerara Albion & Skeldon non potevano non farlo, anche solo per il nome che si portano in dote.

Il Demerara continua ad essere uno dei nostri Rum Preferiti e riteniamo la Distilleria della Guyana Britannica un autentico museo della storia del rum tuttora in attività. Avevamo in programma di andarci in questi mesi ma a quanto pare il destino ha deciso in maniera diversa (o forse ha voluto darci un avvertimento) negli ultimi tempi, eravamo diventati troppo presi da noi stessi ed avevamo perso quel lato sincero & scanzonato del nostro carattere che ci ha sempre identificato. In fondo, per dirla alla Don Juan…. “La presunzione è la nostra più grande nemica. Ciò che ci indebolisce è il sentirci offesi dalle azioni o dalle malefatte dei nostri simili. Essere presuntuosi significa spendere gran parte della propria vita offesi da qualcosa o qualcuno”.

Ma ora torniamo al Rum o meglio ai 2 nuovi Demerara Rum Limited Edition fatti uscire il mese scorso dalla Demerara Distillers Limited. A onor del vero le 2 uscite precedenti (in particolare Enmore e Port Mourant) ci avevano davvero deluso molto quindi questa volta eravamo curiosi di verificare la qualità’ del prodotto (visto anche il prezzo di ogni bottiglia che si attesa attorno ai 250 euro).

Ciancio alle Bande e’ il momento di Degustare e decidiamo di partire da uno dei nostri Demerara preferiti Albion: Risultati immagini per edwige fenech

Gli unici Albion che abbiamo assaggiato in carriera sono quelli selezionati da Luca Gargano negli anni scorsi e tra 83, 86, 89 davvero non saprei quale scegliere come migliore. Adoro quel loro carattere al tempo stesso intrigante, raffinato, complesso ma dolce (nel senso di gradevole), se dovessi paragonarli ad una bella donna sceglierei senza ombra di dubbio Edwige Fenech, musa ispiratrice dei nostri sogni erotici di ragazzino.

Il Colore di questo Albion 2004 e’ abbastanza in linea con lo tipologia della distilleria che noi abbiamo sempre battezzato “Rosso/Ramato Demerara”. Al Naso e’ gradevole ed in certi momenti si riconosce lo Stile Albion, molto equilibrato, non potente, ma tutto sommato abbastanza ricco. Da prima Banana, Zucchero Caramellato, Menta Nana, Burro di cacao e poi Vernice, Solvente. In un primo momento sembra che con il tempo il Bouquet tende a scomparire invece piano piano emergono nuovi aromi. In Bocca e’ altrettanto gradevole, note fruttate ed erbacee ti riempono il palato, caramella mou, cioccolato bianco, spezie piccanti. Sul Finale ti asciuga un po’ troppo il palato, non ci sono abbastanza note grasse che tendono a compensare il lato tannico/speziato. Inoltre l’evoluzione nel bicchiere e’ alquanto modesta e questo toglie parte del divertimento. Che Dire?? Il Rum tutto sommato e’ gradevole, non un mostro di potenza & gusto, ma almeno questa volta non presenta evidenti difetti. Sicuramente come prima impressione migliore al naso ma con il tempo questa tende a scemare mentre invece sorso dopo sorso (e dopo sorso) al palato migliora leggermente. Tutto sommato si lascia degustare bene ma chiunque abbia avuto il privilegio di assaggiare i vecchi Albion Anni80 non puo’ che rimanere un po’ deluso.

E terminiamo con un nome che e’ diventato uno dei Rum piu’ ricercati (e pagati) dai Rum Runners di mezzo mondo, Skeldon. 

Anche qui gli unici Skeldon che ci sia mai capitato di assaggiare in carriera sono i 2 Imbottigliamenti targati Velier. Non li ho mai trovati degli autentici capolavori per via del loro eccessivo invecchiamento che li rendevano piu’ dei Rum da taglio che da imbottigliamento, facendoli diventare una specie di “Rum Concentrato”, ma sulla rarita’ dell’esperienza degustativa non ci sono dubbi. Potenti, Complessi (di una complessità’ tale che ci vogliono almeno 2/3 ore perche’ tutto possa emergere dal bicchiere), Asciutti e Tannici, se li dovessi paragonare ad una Bella Donna in questo caso sceglierei….Brigitte Nielsen (Morbida come un Cactus).

Il Colore di questo Skeldon 2000 e’ ancora di piu’ Rosso Demerara del precedente. Al Naso si sente una bella nota fruttata di Ciliege Rosse e Fragole mature a cui fanno seguito le solite note di Vernice e Solvente. Cuoio, Spezie Piccanti & Dolci si fondono assieme, Noce Moscata, Vaniglia e Cannella. Davvero un gran bel Bouquet, complesso, equilibrato, intenso e gradevole, nessun difetto viene a disturbare, mamma mia che naso. In Bocca ha un una piccola inversione rispetto al bouquet e facciamo fatica a ritrovare molti dei sapori “sniffati” dal bicchiere (peccato). Le Spezie piccanti e le note di solvente sono ben presenti ma tutte le altre fanno maggiore fatica ad emergere. Il Finale e’ ancora piu’ povero della Bocca, solo note speziate rimangono ben presenti, molto meglio l’evoluzione dell’Albion. Che Dire?!? Se fosse solo per il Bouquet questo sarebbe davvero un grande Rum ma purtroppo il palato non si dimostra all’altezza del naso (ancora peccato maneggia). Rimane il piacere di riuscire ad intuire le grandi potenzialita’ dello Skeldon (fantastica quella intensa nota di Frutti Rossi).

PS: Aggiunta dopo 24 ore…. Minkia…. dopo una intera giornata nel bicchiere (coperto) questo Skeldon continua a marcare un bouquet da paura, davvero un peccato, se il sapore fosse stato all’altezza poteva essere un capolovaro.

Purtroppo dopo questo Terzo rilascio targato DDL non siamo rimasti proprio folgorati, sicuramente migliore dei precedenti ma i nomi sontuosi che si portano in dote si sarebbero meritato un prodotto di livello superiore (il Bouquel dello Skeldon lo sarebbe ma purtroppo il palato non e’ stato in grado di mantenere le aspettative suscitate). Non riusciamo davvero a comprendere come, malgrado la grandissima quantita’ di barili presenti nei loro magazzini non riescano a sfornare dei prodotti migliori, forse sarebbe meglio creare edizioni limitate di piu’ piccole (magari Single Cask) puntando davvero tutto sulle botti davvero eccezionali. Inoltre i prezzi richiesti per le bottiglie sono davvero eccessivi secondo noi. Se la DDL cercava con queste 2 uscite di recuperare terreno rispetto ai rilasci precedenti (alcuni davvero pessimi) sinceramente ci sembra che abbia fatto il lavoro solo a meta’.

Almeno possiamo dire che le cose vanno meglio di rilascio in rilascio….. Vedremo alla prox uscita….

 

Salve

Questo 2018 e’ stato davvero un anno fantastico per quanto ci riguarda, davvero sotto tutti i punti di vista (scoperto & trovato delle collezioni davvero incredibili, sia in quantita’ che in qualita’, dei Barili di Rum & Whisky davvero fatastici, e tanto tanto altro ancora), ma purtroppo come recita la Bibbia “Il Signore con una Mano da e con una Mano Toglie”, dopo tanta abbondanza probabilmente dovevamo avere il saldo della Casella Fortuna troppo in Negativo.

Circa 3/4 settimane infatti abbiamo avuto un incidente tutto sommato quasi banale ma che a quanto pare si e’ portato in dote delle conseguenze tutt’altro che banali.

Per questo motivo ci siamo visti costretti a sospendere tutte le nostre  attivita, sia quelle classiche, sia (e soprattutto) quelle legate al nuovo sito ed alla nuova attivita’ Very Old Rum.

I Medici che ci seguono dicono che ne avremo come minimo per 90 giorni, ma che in ogni caso la prognosi rimane abbastanza generica perche’ molto dipendera’ da come risponderemo al programma terapeutico che ci hanno assegnato. Le uniche attività’ che siamo in grado di portare avanti sono quelle realizzabili attraverso un PC ed una connessione web…..

Ci scusiamo anche qui con tutte le persone con cui avevamo preso degli impegni ed anche x tutte le spedizioni che abbiamo dovuto momentaneamente sospendere.

Contemporaneamente vogliamo fare a tutti gli Auguri di Buone Feste!!

BLACK RUM FRIDAY

Posted: 23rd novembre 2018 by adminspirito in RUM

Salve

Vista la tradizione ormai consolidata anche qui da noi in Italia e visto anche l’innegabile fatto che quando c’e’ da cazzeggiare non ci tiriamo mai indietro…..

Abbiamo pensato di proporre anche noi una super-offerta per questo Fantomatico Venerdi’ Black Rum!!

Con il nostro Black Rum Friday solo per oggi sara’ possibile ordinare il Navy Rum che abbiamo fatto produrre (leggi articolo che ne parla) con uno Speciale Sconto del 30%

Massimo 2 Bottiglie x Persona…..

Faranno fede le Mail di Richiesta ed il loro Orario di arrivo!!

Tanto per la cronaca….. Questa qua sotto era una delle Immagini per l’etichetta che avevamo selezionato (e poi a malincuore scartato) per il nostro Navy Rum.

Non rendeva bene in stampa purtroppo…..

 

Barbados Old Style Rum

Posted: 22nd ottobre 2018 by adminspirito in RUM

Salve

Durante la preparazione del nostro Navy Rum ci siamo ritrovati a frequentare le cantine di alcuni Broker per la ricerca delle varie tipologie di Rum che poi sarebbero andati a comporre la miscela.

Un giorno mentre stavamo testando alcuni Rum di Barbados, ci e’ caduto l’occhio su una piccolo lotto di Barili senza nome. Gli unici riferimenti che si potevano leggere sul coperchio del Barile erano la Sigla del Mark (BMMG) e l’anno di Distillazionne (2000). La cosa non poteva che attirare la nostra attenzione e facendo gli indifferenti abbiamo chiesto maggiori informazioni (stavano tra quelli di Barbados quindi….) ma dopo aver espresso il nostro interesse in proposito la risposta era stata abbastanza lapidaria “Mr. Mattonetti, ci dispiace ma quei Barili non sono disponibili per la vendita”.

Ci mettono al corrente che  quelle botti non portano in dote il nome della Distilleria (cioe’ non e’ possibile usare il nome della Distilleria per un futuro imbottigliamento, cosa abbastanza comune per chi si intende di Whisky in quanto alcuni barili venivano venduti senza  l’utilizzo del nome commerciale) e quindi non ci possono confermare da quale distilleria provengono. Ma come facciamo notare leggendo le lettere sul coperchio del Barile (il Mark indentificativo), non puo’ che essere un Rum di Barbados Distillato alla Mount Gay (*BMMG non lasciano alito a dubbi). Sogghignano sornioni, ma non smentiscono quanto abbiamo appena ricostruito.

*Il MARK e’ una Sigla che indentifica il paese di provenienza (le prime lettere) e la Distilleria (le ultime lettere) ed anche altre informazioni aggiuntive se ce ne sono. Questo metodo veniva usato per semplificare il lavoro di scrittura sulle botti e sui documenti.

La Mount Gay, storica di Distilleria di Barbados (e la piu’ antica di tutti i Caraibi) non ha mai venduto il proprio Rum ai vari Broker, ecco perche’ i suoi imbottigliamenti non ufficiali sul mercato sono davvero pochissimi. Ed inoltre trovarne uno di 18 anni di invecchiamento e’ una cosa piu’ unica che rara.

Passa oggi, passa domani (davanti a quei pochi barili), alla fine riusciamo ad ottenere di poterli assaggiare e…..

Il Bouquet si mostra subito per quello che e’, un piccolo capolavoro, di un intensita’ e potenza davvero rara da riscontrare oggi nei Rum di Barbados.  Sembrava l’anello di congiunzione tra un Rum di Barbados ed un Rum della Jamaica tanto era marcata la presenza di esteri. Vi possiamo garantire che per il nostro naso quello era uno dei migliori Rum che avesse mai avuto il piacere di testare (e in carriera ne abbiamo “annusati” tanti, ci dovete credere).

Avendo intuito di trovarci davanti ad un Rum davvero raro in trepidante attesa ne abbiamo portato un sorso al Palato e l’esplosione di Aromi si e’ subito trasformata in esplosione di gusto…. mamma mia c’era di tutto la dentro, Frutta Tropicale, Agrumi di ogni tipo, Spezie, Canna da Zucchero, Cacao, ecc… Unica piccola pecca era la nota tannica (probabilmente data dal legno del Barile) un tantino eccessiva che finiva per seccare troppo il palato, lasciando in bocca un Finale leggermente asciutto. Ma come diciamo sempre…. un Rum non si giudica mai dal primo sorso, bisogna dargli il tempo di evolvere ed infatti dopo appena 10 minuti, dopo il secondo sorso ed il terzo, ecco che come per magia quella nota tannica eccessiva tende a scomparire lasciando il posto a della Frutta Tropicale in grado di riempire il palato. Dio mio, se avesse avuto anche una nota oleosa piu’ marcata probabilmente sarebbe diventato uno dei migliori Rum mai testati in carriera (ed il migliore di Barbados che ci sia mai capitato di assaggiare) ma gia’ cosi’, vi possiamo assicurare, che e’ stato subito Amore a prima Vista, Olfatto, Gusto….. A questo punto non avevo piu’ nessun dubbio sulla provenienza del Barile (in verita’ ne avevo avuti pochi da subito, ma dopo averlo assaggiato e riconosciuto lo stile inconfondibile era impossibile non accorgersene)

Non potevamo andarcene via senza tentare di acquistare quel barile, ce n’eravamo innamorati  da subito e quindi abbiamo iniziato un opera di convincimento che crediamo di aver concluso a nostro favore solo per sfinimento (della serie o gli diamo sto benedetto Barile a quest’Italiano scalmanato o lo dobbiamo buttare fuori di peso dalla cantina….). Ma in fondo ci piace pensare che sia merito della nostra bussola Karmica che si e’ data da fare per far congiungere in matrimonio una grande passione (una coppia di fatto insomma)…. Alla fine anche loro si sono arresi ed hanno deciso di non opporsi a questa unione. Con un unico monito ” avrete capito la provenienza del Barile ma vi diffidiamo da usare il nome della Distilleria sull’etichetta”, regola a cui abbiamo acconsentito di buon grado (se non si puo, non si puo….)

“Contenti come una Pasqua” lo abbiamo mandato subito all’imbottigliamento lasciandolo alla gradazione naturale di botte di 53,9% (abbiamo provato ad uscire con il Barile sotto il braccio ma non era facile….) ed ora stiamo aspettando i canonici 6 mesi di affinamento in bottiglia (Il Rum sara’ disponibile ad inizio Anno nuovo), tutto tempo non sprecato perche’ permetterà’ al Rum di esprimersi al meglio quando sara’ degustato.

Dio quanto amiamo i Rum di Barbados, in particolare quelli di Mount Gay che ancora utilizza un vecchio alambicco Pot Still e che produce dei Distillati vecchia scuola, ricchi di esteri, ormai sempre piu’ rari da incontrare sull’isola Caraibica del Tridente. Fosse per noi la vecchia scuola di Barbados (Old Style Barbados Rum) dovrebbe essere protetto come Patrimonio dell’Umanità!!

Ce ne siamo fatti mandare un paio di Bottiglie per farlo assaggiare alle persone interessate durante lo svolgimento del Rum Day di Milano questa settimana.

Se passate a trovarci nel nostro spazio lo potete trovare/provare….

 

Salve

Dopo la presentazione del nostro nuovo progetto (VeryOldRum.com) e’ arrivato il momento di iniziare a spiegarne le funzioni ed abbiamo deciso di partire da quella a cui teniamo di piu’:

Very Old Rum Special Club e’ dedicato agli Appassionati & Degustatori di Spirito dei Caraibi, sotto questa insegna ci divertiremo a organizzare eventi & degustazioni dedicate ad etichette rare & vintage. Una parte delle etichette proposte nel sito saranno lasciate da parte esclusivamente per le degustazioni del Club (saranno segnalate e divise da quelle messe in vendita nel normale shop). In pratica andranno a formare il “capitale sociale” del Club e saranno disponibili esclusivamente per l’organizzazione di appositi eventi.

Gli iscritti al VOR Special Club potranno anche richiedere l’organizzazione di una determinata degustazione all’interno di un loro  appuntamento (un Rum Festival o altro), scegliendo le etichette per l’evento che poi noi penseremo ad organizzare personalmente. Questo per permettere a tutti gli amici & appassionati la possibilita’ di degustare etichette rare diventate ormai proibitive per le tasche della maggior parte delle persone.

Anche le degustazioni guidate del V.O.R. Special Club saranno diverse da quelle organizzate fino ad oggi.… Essendo anche noi appassionati della materia ci siamo posti il problema di andare incontro alle esigenze dei partecipanti, per permettere a tutti sia di partecipare alla Degustazione sia di poter portare via una parte del Rum per poterlo assaggiare con calma, nel proprio ambiente e con i propri tempi. Per questi motivi abbiamo creato un sistema tutto nostro: dopo l’apertura della Bottiglia (o delle bottiglie nel caso siano piu’ di una) verranno riempiti degli appositi Sampler da circa 3cl che verranno consegnati ai partecipanti della degustazione. In questo modo ogni persona sara’ libera di decidere come usarlo…. ne potra’ versare una parte nel bicchiere per partecipare alla Degustazione e al tempo stesso ne potra’ riportare una parte a casa, per assaggiarlo con la dovuta calma. Cosa molto utile quando dovremo assaggiare 2/3 Rum nella stessa occasione.

Il Primo Evento del VOR Special Club lo abbiamo realizzato a Roma all’interno di Show Rum, il Rum Festival della Capitale, con l’apertura & degustazione di un Raro Rum della Martinica del 1876.

Il prossimo appuntamento invece e’ dedicato ad una delle etichette a cui teniamo di piu’:

il WEST INDIES DARK RUM 1948 selezionato da SILVANO SAMAROLI nel 1991 e imbottigliato in soli 800 esemplari dopo ben 42 anni di invecchiamento alla gradazione naturale di botte di 49%.

Malgrado Silvano fosse famoso nel mondo per la selezione di incredibili whisky, questo Rum veniva da lui considerato come uno dei migliori Distillati che avesse mai incontrato nella sua lunga carriera di imbottigliatore indipendente (ne abbiamo parlato assieme tantissime volte). Serge Valentin di Whisky Fun invece lo scorso anno gli ha assegnato ben 95 punti (mai assegnato nel suo sito un punteggio cosi’ alto ad una etichetta di Rum).

Mentre scrivevamo queste righe siamo andati a dare un occhiata sui siti di Aste per vedere a quanto era stata battuta l’ultima bottiglia di West Indies 1948 (erano circa 4/5 mesi che non ci aggiornavamo)….. Non aggiungiamo altro e vi invitiamo a guardare il risultato dell’ultima etichetta di WI48 messa in asta nel Settembre appena trascorso (vedi immagine qua sotto della chiusura dell’asta). Vero e’ che la scomparsa di Silvano Samaroli ha fatto volare i prezzi delle sue etichette piu’ celebri a dei prezzi davvero impensabili fino ad un paio di anni fa, ma posso assicurare che siamo rimasti molto sorpresi anche noi.

Per partecipare allle attivita’ della nostra nuova creatura Very Old Rum bastera’ iscriversi attraverso l’apposito modulo presente sul sito (iscrizione gratuita), mentre per partecipare alle attivita’ del V.O.R. Special Club, dovete contattarci direttamente e vi invieremo i moduli per farlo. Per iscriversi al VOR Special Club bisognera’ pagare una quota annua (ad anno solare), indispensabile per coprire parte dei costi che dobbiamo sostenere ed anche tenendo conto che il Club non potra’ accogliere un grande numero di soci (visto la tipologia di offerta di servizi). Comunque come potrete facilmente immaginare dalle cose che abbiamo scritto sopra l’investimento iniziale per l’iscrizione al Club verra’ ripagato con gli interessi nel corso dell’anno, questo ve lo possiamo assicurare fin da ora.

La Degustione del West Indies Dark Rum 1948 si svolgera’ Domenica 28 Ottobre all’interno del Rum Day di Milano con le modalita’ che abbiamo sopra descritto (apertura della bottiglia e consegna ad ogni partecipante di un sampler di circa 3cl per partecipare all’evento & degustazione). La Degustazione e’ riservata agli Iscritti di Very Old Rum e viene proposta ad un costo tutto sommato buono (visto il prezzo che ha raggiunto questa rarissima etichetta).

La Degustazione avra’ luogo solo al raggiungimento dei 20 Partecipanti previsti.

Per questo 2018 (o per quello che ne resta) l’Iscrizione al V.O.R. Special Club sara’ Gratuita in chiave promozionale, senza nessun impegno per l’eventuale rinnovo nel 2019 (che sara’ a vostra discrezione). Chi vuole Iscriversi al Club puo’ contattarci a questo indirizzo mail: specialclub@veryoldrum.com

Ci rendiamo conto che ad una prima spiegazione non e’ facile mettere bene a fuoco tutte le caratteristiche della nostra nuova creatura (anche perche’ una cosa simile non e’ mai stata fatta), ma con il tempo tutto diventera’ piu’ naturale, ve lo possiamo assicurare. Volevamo creare uno spazio per i veri appassionati di Rum, mettendo a disposizione di tutti gli iscritti le migliori etichette in circolazione e questo e’ il meglio che ci e’ venuto in mente!!

Come sempre eventuali Suggerimenti sono ben graditi….