HABEMUS PAPAM…..

Posted: 1st giugno 2018 by adminspirito in VARIE

Salve

Forse qualcuno si stara’ chiedendo se questo Blog tratta ancora di Acquaviti (certo che si, abbiamo appena aggiunto un nuovo Link nella sezione RumBlogger International) oppure se e’ “leggermente uscito dal tema”. Perdonateci ma ci stiamo attrezzando per una nuova fase che come tutte le novita’ si porta in dote anche una certa dose di confusione, ma posso assicurare tutti gli appassionati della materia che tra qualche mese si potranno rifare con gli interessi. E poi quello che sta succedendo in queste settimane (e quello che potrebbe seguire nei prossimi mesi) e’ davvero troppo importante per chiunque abbia a cuore il futuro del paese e non solo da far passare in secondo piano qualunque altra cosa……

Abbiamo finalmente un Governo, detto del Cambiamento, che per la prima volta e’ libero dai partiti storici che in questi ultimi 40 anni hanno governato (male) l’Italia. Cosa sapranno fare (o cosa gli permetteranno di fare) lo vedremo soltanto in corso d’opera. 

Hanno redatto una proposta di governo che lascia perplessi molti, ma la cosa piu’ importante e’ che questo governo Lega/5Stelle ribalta la filosofia tenuta da quelli precedenti “aiutiamo le industrie/imprese/banche e poi vedrete che queste rimetteranno in moto l’economia (invece le suddette si spartivano solo i magri finanziamenti)” sostituita con un “aiutiamo i cittadini e le famiglie, partendo da quelle che vivono in condizioni di precarieta’ estrema e vedrete che saranno loro il motore della ripresa”. Non esiste la bacchetta magica e per attuare anche solo la meta’ delle riforme presenti nel contratto di governo ci vorranno anni, ma il segnale che si vuole andare in quella direzione e’ importante. Stessa cosa per quanto riguarda l’Europa, importante sara’ dare un segnale concreto per un Europa dei Popoli e non solo delle Elite.

Cosa davvero importantissima il Governo Conte ha dietro una partecipazione popolare che non si vedeva dai tempi della Costituente (oltre il 50% dei cittadini lo hanno votato e lo sostengono). Se questo governo sara’ lasciato libero di lavorare e riuscirà’ a portare in porto anche solo la meta’ delle riforme presenti nel suo programma potrebbe innescare una reazione a catena di fiducia in tutte le persone che lo hanno sostenuto che si sentiranno parte attiva di questo nuovo corso, contribuendo a colmare quel fosso sempre piu’ largo tra Cittadini & Politica.

Ed in fondo un Governo Lega/5Stelle (e Mattarella) finisce per essere utile anche all’Europa della Finanza/Burocrazia perche’ per la prima volta un governo italiano avra’ le mani libere per tagliare buona parte di quelle Lobby/Aziende/Servizi Statali che ci costano un sacco di soldi ma non servono a niente. I Governi precedenti non le potevano toccare perche’ o erano serbatoi di voti di qualcuno o erano il rifugio di politici trombati alle elezioni (o loro parenti). Stessa cosa per quanto riguarda: Riforma RAI, Corruzione, TAV, Acqua Pubblica, Vitalizi, Pensioni d’Oro, ecc… tutte riforme a costo zero (anzi che porteranno soldi in cassa) che i vecchi partiti non erano in grado di attuare per non ledere i loro interessi e per le pressioni delle lobby che garantivano voti a loro riconducibili (ricordiamo un Bersani ministro del lavoro nel Governo Prodi che non riusci’ neanche a liberalizzare le licenze dei Taxi su Roma per le pressioni della Lobby dei Taxisti della capitale).

Diverso e’ invece il discorso per le riforme che andranno a ridiscutere i rapporti con l’Europa e gli altri stati del vecchio continente. Assisteremo ad un continuo lavoro di pressione che e’ gia iniziato la scorsa settimana. Lo Spread e la Borsa da un lato, la pressione psicologia da un altro (tutte le volte che si andranno a trattare temi caldi vedrete come per incanto che pioveranno articoli/trasmissioni/con interventi politici sulla “maturita’ di governo di Salvini/Di Maio/Conte” (dove saranno considerati maturi quando risponderanno positivamente agli interessi di Bruxelles e completamente inaffidabili quando proveranno a percorrere una strada autonoma). Quindi importante sara’ riuscire a leggere gli eventi, fiutare le trappole e reggere la pressione (in questo Di Maio domenica scorsa, per la prima volta finito davvero sotto pressione per la storia di Savona & Mattarella non ci ha dato una prova convincente, ma almeno ci e’ piaciuto come ne e’ uscito, scusandosi per l’errore e rincominciando da capo; anche questa in fondo e’ una novita’).

Commenti sulla squadra di Governo:

Sono la migliore risposta a tutti quelli che additano i 5Stelle come pericolosi populisti/sovversivi con un Piano Segreto per uscire dall’Euro. Quello che i 5S hanno sempre fatto (da quando hanno vinto delle elezioni Comunali, Provinciali, ecc…) e’ semplicemente mettere nei posti chiave (Assessore, CapoCommissione, Ministro, ecc…) personalita’ estremamente competenti e non compromesse, aventi le mani libere di agire per davvero nell’interesse del popolo Italiano. Perche’ in Italia le personalita’ competenti e oneste non mancano di sicuro, solo che fino ad oggi venivano “messe in naftalina”, proprio perche’ considerate non affidabili (cioe’ non corruttibili e non disposte a chiudere un occhio quando gli veniva chiesto). Tutto Qui!!

Fra i tanti vogliamo scegliere il Ministro dell’Ambiente che e’ andato al Comandante dei Carabinieri Sergio Costa, figura di primo piano nell’inchiesta sullo smaltimento dei Rifiuti Tossici nella Terra dei Fuochi. Persone Competenti, Oneste, che nelle loro carriere hanno sempre preferito anteporre gli interessi generali a quelli personali di parte. Ecco il Pericoloso Populismo dei 5 Stelle (che possa essere pericoloso per tutti quei gruppi che hanno basato il loro potere su corruzione e malaffare ci credo).

Buon Lavoro prof. Conte, le aspettative sono davvero alte nel paese ed il lavoro di mediazione che l’aspetta tra le istanze 5stelle e della Lega davvero impegnativo….

Buona Festa della Repubblica Presidente Mattarella, restiamo dell’idea che lei potra’ essere l’arma in piu’ di questo Governo se decidera’ di consigliarli/aiutarli saggiamente e nel rispetto delle rispettive funzioni…..

PS: Io Crosetto ce lo avrei messo dentro lo stesso…….

 

Caro Presidente della Repubblica……

Posted: 28th maggio 2018 by adminspirito in VARIE

Buongiorno Presidente

Ci permettiamo di scriverle questa lettera per esprimere il nostro pensiero su quello che sta succedendo in questi giorni…..

Presidente Mattarella, in questi 2 mesi la abbiamo sinceramente ammirata, per il suo impegno e per la sua decisa volonta’ di dare un governo al paese che rispecchiasse le intenzioni di voto della maggioranza degli Italiani, cosa che non davamo affatto per scontata.

Noi siamo convinti che fosse un occasione storica, perche’ per la prima volta ci si apprestava a varare un Governo con dietro un vastissimo sostegno popolare, composto prevalentemente da quella fetta di popolazione che aveva subito piu’ di altri gli effetti della crisi economica, arrivata ormai al limite della rassegnazione.

Si rende conto dell’effetto incredibile che avrebbe avuto sul paese se questo governo fosse stato in grado di lavorare e di riuscire a portare dei risultati concreti nella vita delle Italiani?? Avremmo assistito come per incanto ad un rinato amore verso la politica, alla diffusione di un nuovo sentimento di fiducia tra gli Italiani, che avrebbero visto, finalmente, che era possibile riformare un sistema che appariva ormai irriformabile. E tutti assieme si sarebbero sentiti parte di questo cambiamento, innescando cosi’ una reazione a catena che avrebbe potuto contagiare anche il resto dei paesi dell’Unione Europea.

Per questi motivi e per l’importanza della posta in gioco avevamo l’impressione che lei seguisse con grande interesse quello che in Italia stava succedendo, consigliando ed agevolando la nascita di Nuovo Governo, sicuramente carico di tante aspettative ma al tempo stesso anche di grandi prospettive. Noi eravamo davvero orgogliosi del suo lavoro tanto da voler chiamare questo Governo Conte, il Governo di Di Maio/Salvini/Mattarella.

Poi all’improvviso, a meta’ della scorsa settimana e’ successo qualcosa che non siamo in grado di comprendere…….

I giornali hanno iniziato un bombardamento mediatico sul fatto che lei teneva una linea troppo morbida nei confronti del futuro governo Lega/5Stelle e che non aveva “spina dorsale” in quanto accettava di buon grado qualunque cosa le proponevano. Presumo che di pari passo siano arrivate telefonate da altrettanto esponenti politici, sia Italiani che stranieri che pressapoco la incalzavano sugli stessi temi. Lo Spread come x incanto ha iniziato a salire, ecc….. Ed all’improvviso anche il suo atteggiamento verso questo nuovo governo ha iniziato a cambiare….. forse perche’ messo all’angolo dalle tantissime pressioni ricevute, forse perche’ all’ultimo le e’ mancato il coraggio di andare fino in fondo, questo caro Presidente lo sa solo lei. Sappiamo pero’ entrambi che la storia di Savona e del Piano segreto di uscita dall’Euro e’ solo un espediente, una scusa, per fermare tutto (altrimenti che senso avrebbe l’aver proposto il Ministero dell’Economia a Giorgetti della Lega, se c’era un piano per uscire dall’Euro lo poteva applicare tanto Savona quanto Giorgetti). Quindi le reali motivazioni restano al momento ignote.

Quello che invece non e’ ignoto e’ che se questo Governo poteva far nascere nella gente un rinato sentimento di fiducia ed innescare una nuova ondata di impegno civile, l’averlo affossato portera’ l’effetto opposto. Ci aspettano momento difficili (tanto a lei ma anche a tutti noi) perche’ questa rischia di essere la goccia che fa traboccare il vaso, l’ennesima dimostrazione che ormai la volonta’ popolare passa sempre in secondo piano di fronte agli interessi dei poteri forti (anche quanto questa segue ed utilizza alla lettera tutti gli strumenti democratici che la costituzione ci garantisce ed offre). Scavando un fossato sempre piu’ grosso tra la gente e la politica.

Crediamo, caro presidente, che abbiamo perso un occasione davvero unica, di riappacificare gli animi del paese e di iniziare un nuovo percorso di sviluppo che vedesse coinvolti (o che almeno si sentissero tali) la gran parte degli Italiani. Come si sara’ reso conto in questi 2 mesi, la volontà’ degli Italiani (e dei 2 Movimenti che la hanno rappresentata nelle trattative per fare il Governo) non e’ certo quella di “rivoluzionare tutto”, ma molto piu’ semplicemente quella di mettere nei posti di potere (dove si prendono le decisioni che ricadono sulla loro pelle) delle persone oneste & competenti, con le mani libere di agire per davvero in nome del popolo italiano (tutto qui, altro che piano B per l’Euro).

Se tutto questo non e’ stato possibile farlo perche’ lei ha subito delle pressioni da altri paesi, perche’ doveva dimostrare di avere piu’ spina dorsale, o perche’ all’ultimo momento le e’ mancato il coraggio….. conta davvero poco!!

 

Idi di Marzo 1978, Moro deve Morire!!

Posted: 8th maggio 2018 by adminspirito in VARIE

Salve

Domani 9 Maggio data del ritrovamento della sue spoglie dentro una Renault Rossa,  si conclude questo nostro ricordo del Rapimento ed Assassinio del Presidente della DC Aldo Moro, l’uomo politico piu’ influente del Dopo Guerra in Italia. 

Non e’ stato un tuffo nostalgico nel tempo, volevamo ricordare una persona veramente speciale che si e’ impegnato per portare benessere a tutti gli Italiani.

Questo non e’ stato un Anniversario come tutti quelli degli anni precedenti, oggi, grazie all’instancabile lavoro della II Commissione Parlamentare su Caso Moro (appena conclusa con la fine della ultima legislatura) sappiamo per certo che la stragrande verita’ processuali su quei 55 giorni sono tutte false.

Per assurdo quello che e’ successo in Via Fani la mattina del 16 Marzo e gli eventi che si sono verificati nei 55 giorni del sequestro sono stati raccontati e forniti ai Magistrati direttamente dagli ExBrigatisti Valerio Morucci e AdrianaFaranda (quello che e’ passato alla Storia come Memoriale Morucci/Faranda). Bene (anzi male) oggi e’ ormai assodato che il resoconto fatto dagli ExBrigatisti e’ stato costruito di sana pianta a tavolino con la collaborazione di Magistrati, Politici e Militari, in cambio di sconti di Pena & Scarcerazioni. Bisognava costruire le “Verita’ Dicibili” da poter raccontare al paese, termine coniato da Francesco Cossiga Presidente della Repubblica che dopo la Pubblicazione del Memoriale Morucci/Faranda dichiaro’ conclusa la stagione del Terrorismo e inizio’ a scarcerare (o a concedere la Semiliberta’) a tutti i Brigatisti che accettarono di sottoscriverlo (quelli che non hanno voluto farlo sono rimasti in carcere). Oppure come le aveva chiamate Mario Moretti, carceriere di Aldo Moro, le “Verita’ di Regime” (prima di farle proprie anche lui, ottenendo cosi’ la Semilibertà’ prima e la Scarcerazione poi)

Tutte le persone che in quegli anni si sono avvicinate alla verita’ di quanto successo durante il Sequestro Moro sono morte (e sono molte), chi sparate, chi vittima di incredibili incidenti stradali, chi di strani suicidi, chi di morte naturale improvvisa (pur in piena salute)….. Potremmo ripercorrere tutte le principali incongruenze del Momeriale Morucci/Faranda ma oggi non cadremo in questo errore, a noi questo non interessa, preferiamo dedicare maggiore attenzione alla figura Politica di Moro…..

Aldo Moro aveva un progetto ben definito, voleva piano piano sottrarre l’Italia dalla morsa della Guerra Fredda (USA & URSS) e costruire assieme agli altri paesi del vecchio continente un Europa Unita dei paesi del Mediterraneo in grado di rappresentare la “Terza Via” (un terzo polo). Si rendeva conto che questa era l’unica strada percorribile per un Italia e un Europa che mirasse a riconquistare una propria sovranità’ e a non dipendere piu’ dagli interessi (e dai capricci) delle 2 grandi superpotenze mondiali. Sono sue le Parole ” un Europa dei Popoli e non degli Stati” (oggi si direbbe delle Banche). Anche per questo perseguiva una politica di avvicinamento al Mondo Arabo del Mediterraneo, perche’ si rendeva conto che l’Italia e l’Europa che lui sognava, per poter crescere e progredire, aveva bisogno delle Materie Energetiche di quei paesi. Si rendeva conto che questa sua politica sarebbe stata invisa a molti, ma al tempo stesso sapeva anche che era l’unica strada per portare Pace, Sviluppo e Benessere al Paese che tanto amava ed alla sua gente. 

Purtroppo questo suo progetto era osteggiato in primis proprio dalle 2 Superpotenze Mondiali che si erano spartite il mondo alla fine della II Guerra Mondiale, America e Russia, ma anche da altri stati europei (Francia e Gran Bretagna in testa) che vedevano nella sua politica a favore del medio oriente un attacco ai loro interessi nazionali che da quei paesi, loro ex colonie, ricavavano grandi quantita’ di denaro e materie energetiche.

Altrettanti nemici covavano nel suo Partito, la Democrazia Cristiana, calderone di interessi e intrallazzi  che vedevano in Aldo Moro e nella sua politica di trasparenza un serio ostacolo al malaffare. Moro, uomo fondamentalmente onesto, se ne rendeva perfettamente conto e per questo motivo aveva sempre ricercato una convergenza con le Sinistre (Prima il PSI, poi il PCI), Sapeva bene che dentro la DC in troppi osteggiavano il suo lavoro e quindi sperava di portare in porto le sue riforme grazie all’aiuto dei voti delle sinistre che lui vedeva come non ancora compromessi con gli interessi del malaffare italiano (la storiella che voleva portare i Comunisti al Governo fa parte del pacchetto ed e’ solo uno specchietto per le allodole). Dopo la sua scomparsa niente in Italia sarebbe stato piu’ come prima, in primis cadeva il maggior argine contro il malaffare, ma soprattutto il paese ed i suoi interessi economici venivano suddivisi e spartiti tra le varie correnti DC. Il Mostruoso Debito Pubblico Italiano, spada di Damocle che ancora oggi ci inchioda e ci impedisce di crescere, nasce si con l’Italia Repubblicana del Dopo Guerra (c’era un paese da ricostruire) ma fino agli Anni70 rimane ai minimi termini e inizia a crescere in maniera esponenziale solo con l’inizio degli Anni 80 e gli Anni90, dopo che la DC prima e il PSI dopo diventano il ricettacolo di Interessi di ogni tipo e iniziano a sperperare migliaia di Miliardi di Lire per accontentare gli appetiti degli interessi che ormai rappresentavano.

Quindi Moro doveva scomparire e con lui la sua politica. Per queste motivazioni nei 2 mesi del suo rapimento entrano in gioco tanti di quegli interessi che chiunque dica che dietro al suo sequestro c’era una regia unica sarebbe un folle.

Ma una domanda viene spontanea da lasciare a questi signori che hanno agito a vario titolo in quei giorni e in quegli anni, alcune volte in nome di un non meglio imprecisato interesse nazionale (non si sa bene di quale nazione pero’): Siete davvero soddisfatti del vostro lavoro?? Vi piace questa Italia che avete contribuito a costruire con le vostre azioni?? Le risposte a queste domande non datele a noi, datele direttamente ai vostri figli e ai vostri nipoti.

Sappiamo che da qualche tempo è in corso un Processo di Beatificazione per la figura di Aldo Moro. Non ci siamo mai occupati delle cose della Chiesa ma mi auguro che questo percorso possa arrivare al traguardo nel modo migliore, soprattutto per lui visto che era un fervente cattolico, ma anche per il paese e per la nostra Classe politica, Dio solo sa quanto abbiamo bisogna qua in Italia (e in Europa) di un Santo del suo Livello in questo momento!!

Nella speranza che il testimone dei suoi ideali e della sua politica onesta e trasparente, fatta per portare sviluppo e benessere a tutta la gente Italiana,  possano essere raccolti da altri…..

Presidente se puo’ da lassu’ ci dia una mano, non vede in che situazione ci troviamo……

 

Sale Old Jamaican Style…..

Posted: 1st maggio 2018 by adminspirito in RUM

Salve

Abbiamo trovato da un Privato alcune Casse da 12 Bottiglie di questo vecchio Rum della Jamaica.

Le bottiglie sono davvero conservate benissimo ed hanno la fascetta doganale da 3/4 (come potete vedere dalla fato qui accanto) che le collocano nel periodo a cavallo tra gli Anni60 & Anni70.

Vauchan Jones Pure Old Jamaican Rum e’ una di quelle etichette realizzate dal mercato anglosassone. Questa in particolare e’ stata prodotta dal lontano 1880 per il mercato Australiano fino alla fine degli Anni80 (che amava il Rum Jamaicano dal sapore forte & deciso).

Le Botti di Rum da circa 3 anni di invecchiamento Tropicale venivano inviate via nave in UK dalla Jamaica e poi una volta arrivate nel porto di Londra venivano stivate nei grandi magazzini scavati nelle caverne dei Docks lungo il corso del Tamigi (come viene riportato anche in etichetta di questo Rum) dove venivano lasciate ad affinare sottoponendole ad un ulteriore invecchiamento (Continentale) in attesa di essere vendute ai vari Bottler per la realizzazione di una determinata marca. 

Qui potete trovare la storia di questo tipologia di Rum, da un nostro vecchio articolo dedicato allo S&C Rum.

Ne abbiamo aperto una bottiglia per poterla degustare e abbiamo trovato un rum piacevolissimo da bere, vero esempio di un Jamaica vecchio stile. Ci ha colpito il sapore davvero ricco e intenso che ti riempe il palato. Un Rum oleoso come pochi, caratteristica che di solito si ritrova solo nei vecchi Rum Agricol delle Colonie Francesi. Unico neo e’ proprio il carattere denso/oleoso che lo rende leggermente squilibrato ma questo potrebbe essere dovuto al fatto che la bottiglia e’ stata appena aperta (dopo 50 anni). Molto probabilmente con il tempo il rum dovrebbe raggiungere l’equilibrio originale.

Sia le bottiglie che le casse originali sono conservate in maniera davvero impeccabile, etichetta e livello perfetti. Sembrano quasi bottiglie nuove tanto sono sono ben conservate.

L’etichetta e’ davvero molto bella, sia per i disegni sopra riportati sia per i testi che rimandano alla storia di questa particolare tipologia di Rum.

Se ci sono persone interessate a prendere un po’ di bottiglie di questo Rum vi possiamo aiutare.

Ci potete contattare via mail. Sono disponibili anche casse originali & intere da 12 bottiglie. Trovarne cosi’ tante ed addirittura ancora con la cassa originale non e’ una cosa che succede tutti i giorni.

Noi assieme ad un paio di amici ne abbiamo preso una cassa a testa ma siccome ce ne sono ancora altre abbiamo pensato di pubblicare questo annuncio per chiedere/vedere se ci fosse qualcun’altro interessato

Restiamo a disposizione per maggiori informazioni….

Dal Vangelo secondo Matteo (Renzi)

Posted: 30th aprile 2018 by adminspirito in VARIE

Salve

In questi giorni abbiamo evitato di commentare quello che sta succedendo nel panorama politico Italiano ma dopo l’uscita di Renzi da Fabio Fazio ieri sera non siamo piu’ in grado di trattenerci……..

Dopo che per anni la sinistra ha rimproverato prima a Berlusconi, poi ai 5Stelle, di essere parte di un Partito Padronale dove le decisioni venivano prese dai singoli (Barlusconi & Grillo), rivendicando il loro ruolo di partito pluralista & collegiale (dove le decisioni venivano prese in assemblea, a maggioranza ma tutti assieme), ieri sera il nostro ex-premier Matteo Renzi a fatto cadere anche questa ultima maschera (lui e’ sempre stato seguace del motto “Muoia Sansone e tutti i Filistei”, se lo ricordino gli Italiani nel caso un giorno gli dovessero affidare un altra volta la guida del paese).

Dopo che nei giorni scorsi il Segretario Martina (l’unico autorizzato a prendere decisioni in merito) ha chiesto al capo dello stato il tempo per organizzare l’assemblea al Nazareno dove discutere e decidere in merito alla proposta dei 5Stelle (Partita/Partorita dal Presidente della Republica), ieri sera matteo Renzi e’ andato in TV per dire che :

L’accordo con i 5S non si puo fare ma soprattutto (questo e’ il messaggio che gli interessava mandare)  …… Che nel PD decide sempre lui su qualunque tema e che quindi si possono indire tutte i Consigli che si vogliono ma che poi l’ultima parola spetta solo a lui……  Questo perche’ il PD non e’ un Partito Padronale (Orlando, Martina, Emiliano & Soci si sbattono per raggiungere un intesa e poi e’ Matteo Renzi che decide, da solo, se una cosa si puo’ fare oppure no). Da ora in poi mi auguro che non ci propinino piu’ la solita storiella sul fatto che loro sono un partito vero e gli altri invece…..

Personalmente non e’ stato il contenuto che ci ha colpito (sapevamo benissimo che Renzi non era favorevole a percorrere quella strada) ma i modi o meglio o toni con cui si e’ espresso, dimostrando una tracotanza alla massima potenza e un risentimento al limite dell’infantilismo cronico. Pensate cosa potrebbe fare se un giorno si ritrovasse a Guidare di nuovo il Paese con una maggioranza autosufficiente (una persona cosi’ potrebbe anche scatenare una guerra con altri paesi se toccato nell’intimo e offeso/risentito per qualcosa).

Ma proviamo a riavvolgere un po’ il nastro e torniamo a quando Matteo Renzi si affacciava sulla scena politica Nazionale :

  • Alle Primarie da Segretario PD ottenne un vero e proprio plebiscito, piu’ che per suoi meriti per i demeriti di D’Alema & Soci (la vecchia classe dirigente PD) che era davvero diventata odiosa alla base del Partito. Ma quasi tutto il PD era con lui.
  • Quando divenne Presidente del Consiglio e chiese un incontro con i 5Stelle, Grillo non ci voleva andare e nei 5S fu indetto un referendum interno su cosa si doveva fare. Vinsero i SI, quelli che dicevano che il Movimento doveva andare ad incontrare Renzi per sentire cosa voleva fare (non e mai successo che una consultazione in cui Grillo & Soci avessero dato parere negativo, ottenesse la maggioranza dei voti). Questo perche’ una buona fetta della base 5S vedva in lui qualcosa di nuovo ed era disposto a dargli fiducia. Poi Grillo ci dovette andare x forza (visto che il SI aveva vinto) e si comporto’ come un Comico sul Palco (ma questa e’ un altra storia).
  • Alle Europee di li a poco ottenne oltre il 40% dei voti, segno che la gran parte del paese (non solo il PD) vedeva in lui e nel suo nuovo corso una possibilità di rilancio e di uscire dal pantano in cui ci eravamo infilati.

Ma come ha fatto Matteo Renzi a dilapidare in pochissimo tempo tutto questo patrimonio di consensi (anche carico di aspettative, forse eccessive…..)??? 

  • Semplice, ha iniziato a trattare gli Italiani da Idioti (pensando di poter comprare i consensi con varie mancette elettorali).
  • Nei momenti cruciali ha dimostrato di non saper essere affatto lucido e di non essere in grado di reggere la pressione (vedi la sparata sul Referendum, portata sul piano personale e non istituzionale, che ci e’ costato piu’ di 2 anni di tempo & lavoro).
  • Con il tempo ha fatto vedere che non aveva affatto un progetto in mente ma che lavorava alla giornata per tamponare la situazione in attesa che qualcosa succedesse.
  • Ma soprattutto ha dimostrato a tutto il paese che quello che sembrava il suo punto di forza (un decisionismo figlio di un progetto/visione a media/lunga scadenza) era solo Arroganza di chi voleva avere sempre ragione e non si metteva mai in discussione.

Se qualcuno ne dubita gli suggeriamo di andare a leggere i commenti che lui e i suoi hanno rilasciato su quella fetta di elettorato PD che il 4 Marzo ha votato per i 5S. Roba da accapponare la pelle per ogni vero democratico italiano (di qualunque parte sia…..)

Ma quindi cosa vorrà’ fare ora Matteo Renzi????

Prendere tempo (fare di tutto per non tornare subito al voto), punzecchiare gli avversari (sia interni che esterni) e aspettare finalmente l’uscita di scena di Berlusconi (che potrebbe anche incoronarlo pubblicamente suo successore politico) per presentarsi alle prossime elezioni come l’unico argine alla “deriva populista” dei 5S/Lega e raccogliere cosi’ su di lui tutto il consenso dei “Moderati” (che in Italia sono sempre di meno e stanno scomparendo al ritmo della classe media). E questo potrebbe farlo sia da Padre/Padrone del PD, oppure, nel caso qualcuno nel partito riesca a sfidarlo seriamente uscendone (anche se di solito mira a far uscire gli altri) e fondando un nuovo Partito (tipo Risorgimento Italiano o Forza Renzi, magari con un nome meno pomposo), ma soltanto dopo aver portato il PD allo sfascio (cioe’ sotto la soglia del 10%) per non avere avversari seri a sinistra.

A quel punto sara’ Lui (non il PD) contro Lega/5S (che spera facciano finalmente questa santa alleanza in modo da metterli entrambi sullo stesso piano). Cioe’ i “Moderati” contro i “Populisti/Estremisti”….. (lo stesso spartito che Berlusconi ha suonato per oltre 20anni).