Più “Chiara” di Così……..

Posted: 21st giugno 2016 by adminspirito in VARIE

 

gruccia5

Eventi che Fanno la Storia

Posted: 20th giugno 2016 by adminspirito in VARIE

Raggi

 

Posted: 16th giugno 2016 by adminspirito in VARIE

biglietto3

Il M5Stelle ad Arezzo dopo le Elezioni Amministrative 2016

Posted: 7th giugno 2016 by adminspirito in VARIE

 

 

 

Salve

Il nostro territorio, Arezzo, è una di quelle realtà da analizzare sul perché il M5S in alcuni luoghi sfondi ed in altri resti al palo (o almeno noi possiamo partire da qui perché ci abitiamo). Ad Arezzo non si votava ma lo si faceva in 2 grandi comuni della Provincia, questi sono stati i voti raccolti per il M5S:

MONTAVARCHI : 10%

SANSEPOLCRO 8,6%

Meglio è andata in altri 2 Comuni dove si è classificata 3° Forza Politica (su 3 che si erano presentate però)

ANGHIARI 23,3%

CIVITELLA VALDICHIANA : 17,7%

Intervistato su questi risultati non proprio eclatanti uno dei PortaVoce del locale M5S ha così risposto : “il M5S sfonda in quei territori dove i predecessori hanno governato male, dove hanno fatto danni, se così non è la gente preferisce votare i partiti tradizionali per paura del cambiamento”. (non sabbiamo se le motivazioni erano più articolate e i giornalisti hanno riportato solo questa frase)

Se ci posiamo permettere la risposta ci ha lasciato alquanto perplessi e ci è sembrata più che altro un tentativo di supplire ad una mancanza di argomenti. Sicuramente il M5S può essere avvantaggiato in una situazione dove i partiti tradizionali hanno fatto “harakiri” (e ci mancherebbe del contrario) ma se fosse davvero solo questo ci sarebbe da preoccuparsi.

Pensiamo che il caso di Torino sia perfetto in questo caso. Un Comune dove le forze politiche tradizionali non avevano proprio malgovernato, magari lo avevano fatto con una grandissima arroganza e da padroni, ma non si può dire che non avessero aiutato Torino nel suo sviluppo (almeno in certi strati sociali). Ed ecco che proprio a Torino, roccaforte di una dei maggiori esponenti del PD è avvenuto quello che è avvenuto.

Questo è successo perché la Candidata del M5S è stata in grado in questi mesi di costruire un rapporto con il territorio, con la gente e anche con le realtà produttive. Proprio Quello che non sta succedendo ad Arezzo (e mi viene da pensare il molte altre realtà dove il M5S non sfonda).

Quando scoppiò il Bubbone di Banca Etruria ci siamo permessi di contattare il M5S di Arezzo, di suggerire di “prendere il toro per le corna” e di costruire un rapporto di maggiore visibilità con il territorio (far vedere che si faceva qualcosa di utile per i cittadini che erano stati fregati dalla Banca attraverso la creazione di uno sportello di ascolto) raccordandosi con i parlamentari a Roma eletti nella nostra zona (che non sono pochi) per un progetto più ampio.

La risposta fu subito polemica e piccata (si siamo sempre noi, quelli che vi hanno scritto tramite FB tempo fa): “abbiamo famiglia e non abbiamo molto tempo da sprecare, abbiamo già fatto quello che potevano, abbiamo passato la palla all’associazione consumatori”.

Poi successe che lo scandalo Banca Etruria divenne sempre più grande e dopo 2 Mesi da Roma vollero fare una Manifestazione Nazionale qui ad Arezzo. Vennero anche esponenti di primissimo piano ma fu un quasi flop perché nessuno in quei 2 mesi aveva costruito un rapporto con il territorio su questi argomenti (noi c’eravamo in Piazza e gli Aretini si contavano sulle dite di una mano, quasi tutti venivano da fuori).

Ecco secondo noi nelle nostre zone il M5S difetta di un reale rapporto con il territorio e con la gente che lo abita (molto diffidente certo, soprattutto verso le novità, ma non impossibile da coinvolgere) e questo probabilmente è uno dei motivi per cui non riesce a decollare. Lo scandalo di Banca Etruria fu un Assist clamoroso che non fu raccolto ma non c’è bisogno sempre di fatti eclatanti. Basta partire dalle piccole cose, dai bisogni della gente, ascoltando e provando a dare delle risposte, soprattutto in quei settori dove la pubblica amministrazione tace e/o langue. Se servono dei fondi per la realizzazione di qualche iniziativa di questo tipo si potrebbe provare a chiedere se c’è la possibilità di far ricadere sul territorio una parte dei soldi che i deputati eletti (dimezzandosi gli stipendi) mettono via per le Piccole Imprese. Non si può limitarsi a dire a chiunque sia interessato “venite il Lunedì nella nostra sede e vedrete che ci diamo da fare”, non basta più, la Appendino a Torino ha preso più di 118mila preferenze, secondo voi è tutta gente che è passata dalla locale sede del M5S??

Un Esempio Concreto lo possiamo trovare anche oggi sui Quotidiani Locali:

Non solo Arezzo ha sempre avuto l’acqua più cara di tutta Italia ma ieri ci è arrivata la nuova bolletta ed era aumentata del 30% (da 80 euro già di per se carissima per una Abitazione di 2 Persone a 131 euro). Così come ha tutti gli altri Aretini in questi giorni stanno ricevendo bollette simili (soprattutto le Aziende Commerciali). Aumenti allucinanti senza che fossero stati programmati, avvisati e quel che peggio concordati (visto che i Comuni del Territorio dovrebbero essere in maggioranza in consiglio di amministrazione e fare gli interessi della parte pubblica). Per una forza politica che ha messo l’Acqua tra i suoi Cavalli di Battaglia non sarebbe una cattiva idea iniziare ad occuparsi di questo problema, pensate in questo momento quanto saranno contenti gli aretini che si ritrovano le bollette dell’acqua aumentate di questo modo (un plauso va semmai al Comitato Acqua Pubblica di Arezzo che in questi mesi si è fatta davvero in 4, purtroppo lasciati soli da tutti). Partire da questo ennesimo schiaffo in faccia ai Cittadini/Imprese per iniziare a costruire un nuovo rapporto con il territorio. Oppure anche questa volta si preferisce “passare la palla” all’Associazioni dei Consumatori ???

Lo diciamo senza vena polemica ma se prendete la Pagina FB del M5S di Arezzo (e la stessa cosa la potete fare con le pagine di quei Comuni dove il Movimento in queste amministrative è rimasto indietro rispetto alle aspettative) e leggete i vari post andando indietro nel tempo, non c’è quasi niente che riguardi/parli di problemi locali, sono sempre gli Slogan/Eventi informativi delle varie campagne nazionali che vengono riportati. Questo da se basta già come indicatore per far vedere che non c’è molta comunicazione con il territorio. Non è una banalità se diciamo che ora il Movimento deve riuscire a passare dalla fase di Protesta a quella di Proposta e questo deve avvenire anche (e forse soprattutto) nei territori se si vuole veramente costruire qualcosa di solido che possa essere la base per traguardi sempre più importanti.

Noi siamo convinti che il M5S in questo momento storico stia facendo quello che i Partiti Popolari hanno fatto nel 900 (con metodologie diverse per ovvie ragioni di tempi che cambiano) e che non fanno più dagli Anni80. Coinvolgere & Rendere la gente comune partecipe delle scelte decisionali ed al tempo stesso educarla al vivere civile. Nel 900 questo avveniva tramite le assemblee, i circoli, le sezioni di partito, oggi invece avviene tramite il Web ma le finalità sono sempre le stesse. Per questi motivi non si può costruire un successo elettorale senza coinvolgere la gente che nel territorio vi abita (e che poi vota).

Adesso spero che queste nostre parole non vengano fraintese e che non ci arrivino come l’altra volta risposte piccate & scocciate. Non era nostra intenzione attaccare nessuno, molto semplicemente abbiamo provato ad analizzare i fatti per vedere di trovare delle soluzioni a possibile lacune (se ce ne sono ovviamente). Una delle cose che non ci è mai piaciuta del Blog/Sito è che se qualcuno prova a fare un analisi critica poi sotto si ritrova una sfilza di insulti & accuse di Trollismo (questo termine nel 900 non c’era o almeno aveva altri significati).

Semmai ci auguriamo che queste nostre parole possano servire come spunto di riflessione per continuare a migliorare e crescere sempre di più…….

Buon Lavoro a Tutti!!

stelle

 

E Quindi Uscimmo a Riveder le (5)Stelle…..

Posted: 6th giugno 2016 by adminspirito in VARIE

Salve

Ci perdoni il Sommo Poeta Toscano & Padre della Lingua Italiana se lo abbiamo trascinato in questo gioco di parole, ma del resto lui era oltre che scrittore anche fine politico quindi ci potrà facilmente comprendere.

In questo momento tutti gli Opinionisti/Analisti sono in giro a dare la loro analisi di questo Voto Amministrativo e anche noi non potevamo certo tirarci indietro quindi….. rullo di tamburi…. ecco il nostro contributo :

Le Donne dei 5Stelle hanno 2Palle così (seguendo l’equazione 2Stelle&mezzo per……… )!! (qui si che ci dovete perdonare, tutti, non solo Dante Alighieri)

5s2Potrebbe sembrare una banalità/ovvietà ma non è così in quanto un Candidato Femminile (e specialmente con la faccia da Brava Ragazza) riesce a supplire in quel segmento di elettorato dove il M5S è sempre stato più debole, quello delle Donne Over40/45 (le mamme&nonne insomma). Questo probabilmente è sempre stato uno dei Talloni di Achille di Beppe Grillo che con il suo stile era bravissimo a fare breccia in certo settori dell’opinione pubblica ma al tempo stesso riusciva a rendersi odioso ad altri (le Mamme&Nonne appunto). Un candidato femminile dai modi gentili & garbati invece riesce a recuperare questo gap portando i risultati del M5S davvero in alto.

Non crediamo affatto che questa sia una scelta “ragionata a tavolino” ma molto più semplicemente frutto di un caso che comunque lascerà il segno nel futuro. Con dei candidati Donne è più facile sfondare (se poi ci mettiamo che in questo particolare momento storico, per tutta una serie di ragioni, le Donne tutte,  sembrano avere una marcia in più degli Uomini e che gli altri partiti le candidano solo per regolamenti di “quote rosa”)!! 5s1

Osservare Gli Occhioni di Virginia Raggi, in conferenza stampa questa notte, che luccicavano di felicità mentre lei cercava di non farsi travolgere delle emozioni (e non possiamo dire che sia una passionaria) è stato davvero contagioso.

Si potrebbero dire tante altre cose, che il M5S ce la fa nei Comuni dove Destra o Sinistra sono divisi, dove si è amministrato davvero male, ecc.. ma tutto questo non importa in quanto è già passato. Il Presente sono i Ballottaggi da Vincere. Il Futuro è invece (nel caso di Vittoria) dimostrare che il M5S è in grado di lavorare bene, riportando fiducia nella gente per la politica ed al tempo stesso ricostruire un nuovo modello amministrativo. Non sarà facile, soprattutto a Roma ma a questo punto non si torna indietro, è arrivato il momento di dimostrare che è vero che da Forza Politica di Protesta si è passati a Forza Politica di Proposta. Probabilmente i successi di qualche tempo fa erano dovuti ad un Voto di Protesta, un messaggio che veniva lanciato (gridato in alcuni casi) ai partiti tradizionali. Questi non lo hanno voluto ascoltare (o forse non sono più in grado di cambiare ormai) ed hanno continuato a fare della pessima politica dando il tempo ai primi eletti del M5S di farsi le ossa e di crescere, come persone e come amministratori, dimostrando che potevano davvero modificare le cose in meglio per la gente normale.

5s3In quei Comuni dove non sono arrivati al ballottaggio (come nella terra dei nostri genitori, Vasto – dove ogni tanto ci rifugiamo per un periodo di Relax – era candita a Sindaco una ragazza pulita ma alla sua prima esperienza che comunque ha portato a casa un più che dignitoso over 15%) diciamo solo che quello è stato il primo passo. Ora avete qualche anno per imparare il funzionamento della macchina amministrativa e per farvi conoscere meglio alla gente. I Risultati arriveranno alla prossima tornata elettorale, statene certi.

Il M5S sta facendo quello che i partiti popolari hanno fatto nel 900 (anche se con metodologie molto diverse per ovvie ragioni di tempi che cambiano), stanno coinvolgendo la gente normale nei loro processi decisionali/amministrativi ed al tempo stesso li stanno educando alle regole della buona politica e del vivere civico. Era dalla fine degli anni70 che questo non si faceva più in Italia ed infatti i risultati sul livello culturale del paese si vedevano bene (tristemente parlando).

Per questi motivo facciamo una tirata di orecchie a chi dentro il Movimento pensava di Vincere facile in pochissimo tempo (o addirittura di lasciare il movimento se questo non fosse successo). Il percorso sarà lungo e irto di ostacoli (dove si forgerà il carattere dei marinai) ma se il timone sarà ben guidato seguendo le indicazioni della bussola (senza deviazioni e/o scorciatoie) vedrete che quando la nave arriverà in porto sarà strapiena di gente pronta&competente.

Perché non si può cambiare la politica di un paese o città senza coinvolgere la gente che in quel paese ci vive & lavora!! Ed è questa la vera forza del M5S, quello di lavorare assieme alla gente e per la gente.

stelle